Home
Bagno di Romagna

BAGNO DI ROMAGNA - la cittadina

Basilica S. Maria Assunta

Documentata fin dall'anno 860, anticamente a fianco della chiesa esisteva un monastero Camaldolese.
Probabilmente fu edificata sulle rovine di un tempio pagano.
Ha subito nei secoli diversi rifacimenti e ristrutturazioni, conserva comunque almeno all'esterno le caratteristiche linee del tempio romanico.
Interessante il portale di Santa Maria, inserito su un precedente portale con arco a tutto sesto, che mostra alla sua destra lo stemma dei Camaldolesi
All'interno tra i dipinti rilevano la "Madonna col Bambino" (1410 ca) del Maestro di Sant'Ivo e il trittico "Madonna Assunta e Santi" (1467) di Neri di Bicci, oltre a una statua in terracotta policroma raffigurante Sant'Agnese (1490) di Andrea della Robbia.

Pregevole il campanile, alto 39 metri, edificato in tre fasi successive.

Bagno di Romagna
Basilica S. Maria Assunta
Bagno di Romagna
Piazza Ricasoli

Piazza S. Maria e P.zza Ricasoli

Piazza Santa Maria è la piazzetta antistante il sagrato della chiesa. Contigua alla più ampia piazza Ricasoli
Fino al 1888 le due piazze erano divise da una porta cittadina ora demolita che si trovava fra la chiesa e l'attuale Hotel terme Roseo, sulla pavimentazione stradale è stato riportato l'ingombro dell'antico Arco Biozzi, la porta che dava accesso al borgo murato dal lato della Romagna.

Via Fiorentina

Dalla piazzetta Santa Maria si diparte verso sud l'antica via Fiorentina, strada principale dell'antico castello.

Bagno di Romagna
via Fiorentina
Bagno di Romagna
palazzo del Capitano

Palazzo del Capitano (XV secolo)

Posto in via Fiorentina, facilmente riconoscibile dai numerosi stemmi in pietra posti sulla facciata.
Palazzo che ospitava i Capitani che Firenze inviava per amministrare il territorio.
Recentemente ristrutturato, attual- mente viene utilizzato come centro culturale polivalente, sede dell'Ufficio informazioni turistiche e del Centro visita del Parco foreste Casentinesi.

Terme Sant'Agnese

Lo stabilimento termale più antico, posto in via Fiorentina, recentemente ampliato mantenendo comunque le linee architettoniche dell'antico palazzo.
Le "acque calde" di Bagno (sgorgano naturalmente alla temperatura di 45°) conosciute fin dall'antichità e "cantate" dal poeta latino Marziale, sono di tipo bicarbonato-alcalino e vengono utilizzate per le loro riconosciute virtù terapeutiche.

Altri stabilimenti termali Euroterme e Terme Roseo.

Bagno di Romagna
Terme S. Agnese

Bagno di Romagna
Via Palestro

Bagno di Romagna
vicolo del voltone

Via Palestro e Via del Voltone

Quasi al termine di Via Fiorentina, oltrepassato il palazzo del Capitano, svoltando a destra si accede alla via Palestro.
Viuzza medioevale attraversata da due caratteristici cavalcavia, uno coperto (palazzo Malvisi) ed uno scoperto (palazzo Salvetti) che collegano i palazzi ai loro giardini.

Procedendo lungo via Palestro sulla destra si incontra la Via del Voltone, stretta e caratteristica strada quasi interamente racchiusa da volte, che ci riconduce in Via Fiorentina.

Scuola elementare e monumento ai caduti

Il palazzo, già sede delle scuole elementari, costruito nel 1904 su progetto dell'architetto Cesare Spighi, oggi ospita una sede distaccata del liceo scientifico e l'asilo comunale.
Di fronte al palazzo monumento ai caduti delle guerre mondiali.

Bagno di Romagna
Scuola elementare

Bagno di Romagna
Madonna del Carmine

Cappella della Madonna del Carmine

Proseguendo su via Manin, poco oltre la scuola, sulla destra, in fregio ad un torrente (fosso della Cappella), troviamo la piccola chiesa della Madonna del Carmine.
La sua datazione è incerta, mentre il piccolo portico antistante è stato edificato nel 1713.

Torre del castello

Torre che si fa risalire all'antico castello di Bagno, oggi completamente distrutto.

Bagno di Romagna
Bagno di Romagna

Sentiero degli gnomi

Sentiero tematico di circa 2 Km che si sviluppa in un boschetto ai margini del centro abitato.
Particolarmente adatto per una gita accompagnati dai nostri bambini.
Il sentiero Natura e Fantasia è un percorso che permette di conoscere la vita degli gnomi, piccole creature fantastiche che stimolano la fantasia e permettono di comprendere e conoscere il valore di quei grandi e straordinari tesori che sono l'ambiente e la Natura

 

Parco dell'Armina
(breve e facile escursione ad anello)

Vasta area a bosco misto a cui si accede dai gardini pubblici attraversando un moderno ponte sul fiume Savio.

Il primo tratto corrisponde al tracciato del sentiero degli Gnomi (vedi sopra).
Al termine di una breve salita si giunge alla fonte dell'Armina, qui il sentiero si divide, a sinistra prosegue il sentiero degli Gnomi, a destra con breve tratto semipianeggiante si giunge ad un balconico panoramico sul paese.

Proseguendo ulteriormente il sentiero, attrezzato, giunge alla "Roccaccia" vecchia casa contadina abbandonata posta sopra il moderno stabilimento termale "Euroterme", dal quale proseguendo per passeggiata lungo il fiume si può ritornare ai giardini pubblici.

Bagno di Romagna

Bagno di Romagna
Bagno dal Parco dell'Armina

SAN PIERO

Piazza e chiesa di San Francesco

Posta di fronte all'ospedale Angioloni, sulla sponda sinistra del fiume Savio, l'attuale edificio risale al 1941 (inizio lavori nel 1926), riedificato sullo stesso sito dell'antico monastero francescano andato distrutto con il terremoto del 1918.


Nei pressi l'interessante "ponte dei frati" (1762) che scavalca il Savio ed immette sulla provinciale per Alfero (Passo dell'Incisa).

Bagno di Romagna
Ponte dei frati
Bagno di Romagna
Bagno di Romagna

Scuole elementari

Palazzo ad uso scolatico posto in via Nazario Sauro, opera dell'architetto Cesare Spighi, la costruzione risale al 1898.

Palazzo e piazza comunale

Edificio costruito dopo il terremoto del 1918, nella piazza antistante pittoresco giardino alberato.

Bagno di Romagna
Bagno di Romagna

Chiesa di San Pietro

La prima costruzione in loco è documentata dal 1400.
Nel 1897, essendo il fabbricato in stato di avanzato degrado, ne fu iniziata la totale ricostruzione, su progetto dell'architetto Cesare Spighi.
Numerose vicissitudini principalmente di ordine finanziario ne consentirono l'inaugurazione parziale solo nel 1907.
Ultimata nel 1936, ma ridimensionando il progetto originario.

Bagno di Romagna

Palazzo Pesarini

Fatto costruire tra il 1780 ed il 1790 da Giovan Battista Pasquale Spighi.
Divenuto agli inizi dell'Ottocento proprietà della contessa Teresa Angioloni nei Goretti, e nel 1845 della famiglia Pesarini, il Palazzo è stato acquistato nel 1989 dalla Comunità Montana dell'Appennino Cesenate che, dopo accurato restauro, ne ha fatto la propria sede.
Il palazzo è visitabile negli orari di apertura degli uffici.

Piazza Allende
(già Vittorio Emanuele)

Da sempre il centro del paese ed ancora oggi sede del mercato settimanale (mercoledì)

Vi si affacciano antichi e signorili palazzi fra cui Palazzo Giommoni, Fucci e Rivalta-Paganelli, quest'ultimo progettato dall'arch. Cesare Spighi.

 

Bagno di Romagna
Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2019
Torna su