Home
 
Paesi & Paesaggi
Itinerari
Foto Album
Tempo Libero
Info



lucchetto
Cicloturismo
Meldola - Civitella - Passo Sulparo - Civorio - San Romano - Meldola
Km 68 dislivello mt 1518
Scarica percorso
formato [gpx-track ] per GPS <--> formato [kml] per Google Hearth <-->
formato [crs] per Garmin Course <-->

Meldola-Civitella

Su statale - tratto senza particolari difficoltà

Da Meldola seguire la statale 310 verso monte - in poco più di 18 Km giungiamo a Civitella.
Dopo l'incrocio che si trova al centro del paese, prendere la prima strada a sinistra (indicazioni Cigno - Seguno) al termine della strada (poche decine di metri) girare a sinistra, poi a destra.
Proseguire fino alla chiesa di san Filippo e passare sulla sinistra del fabbricato.

Civitella - Passo Sulparo

tratto Km 3
dislivello in salita
mt 370

Ha inizio immediatamente la "terribile" salita del Monte delle Ruote.
Poco meno di 3 Km, (2.791 metri indica una targa sul passo) , con pendenza media del 13,3% e con picchi al 22%, superano un dislivello di 370 metri.
Sul passo monumento al ciclista e significativa targhetta che recita:
"Bella e impossibile di Romagna - Come un'amante prima ti affascino, poi mi odi, infine mi ami".

monte delle ruote

Passo Sulparo - bivio Cigno

tratto Km 9,3
dislivello in salita
mt 124, ma con saliscendi impegnativi

Un attimo di respiro, con un accenno di discesa, poi la strada ricomincia a salire per portarci ai 656 metri di Collina, piccolo gruppo di case che si attraversa con forte restringimento della sede stradale.
Breve discesa e subito vediamo un lungo tratto diritto in salita, superato questo "muro" con curve e controcurve ed alcuni tornanti ci portiamo ad un passo con piccola maestà sulla sinistra.
Seguono 3 Km di strada con saliscendi impegnativi, caratterizzati da ampi panorami, ed altri 2 Km in falsopiano.

bivio Cigno - Civorio

tratto Km 5 interamente in discesa

Giunti al bivio per Cigno, mantenere la Provinciale. Inizia subito la discesa verso Civorio, primo tratto con pendenze leggere, poi nel tratto mediano con pendenze più accentuate e tornanti.
Si esce sulla provinciale del Borello all'abitato di Civorio (chiesetta sulla sinistra e bar ristorante di fronte).
Prendere a sinistra (a destra Spinello).


Civorio - San Romano

tratto di 12 Km in discesa

Superato l'abitato di Civorio mantenersi sulla provinciale che costeggiando il torrente Borello si porta a valle.
Incontriamo dopo circa 5 Km il grosso centro di Ranchio (possibile deviazione per Mercato Saraceno) e dopo altri 4 Km Linaro, piccola frazione con altra possibile deviazione per Mercato Saraceno).
Proseguiamo sempre in discesa fino alla frazione di San Romano.
Qui lasciamo la provinciale e giriamo a sinistra (indicazioni Pieve di Rivoschio)

 

San Romano - Bivio Pieve R.

tratto di 4,5 Km
dislivello mt. 266 pendenza massima 18%

 

Inizia subito la dura salita di San Romano - incontriamo poco dopo sulla nostra sinistra la chiesa parrocchiale (fontana con acqua) ed affrontiamo i tratti più duri dell'ascesa (picchi fino al 18%)
Senza un attimo di respiro giungiamo quasi al culmine della salita e deviamo sulla destra per asfaltata (indicazioni Meldola)

pievedirivoschio

Bivio Pieve R. - Pian di Spino

tratto di 9 Km con discese da effettuare con cautela

Subito una ripida discesa di 1 Km, seguita poco dopo da una leggera salita che ci porta su crinale dal quale è possibile ammirare le due vallate (a destra Borello - a sinistra Voltre) - si prosegue su crinale quais pianeggiante per circa 2 Km, poi inizia un tratto di 5 Km con discesa da affrontare con cautela (sulla strada è facile trovare ciottoli e brevi tratti senza asfalto)

Il consiglio inoltre è di procedere ad andatura ridotta per poter osservare una formazione calanchiva davvero notevole ben visibile e posta a pochi metri dalla strada (sulla snistra)

Pian di Spino - Meldola

tratto di 10,5 Km

Si giunge al piccolo abitato di Pian di Spino, da qui la strada prosegue costeggiando il torrente Voltre in leggera discesa ( escluso tratto di circa 800 mt di salita poco dopo aver superato la deviazione per Teodorano) fino a Meldola, paese al quale si accede attraversando il Ponte dei Veneziani
Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2014