Home
Borgo Tossignano

BORGOTOSSIGNANO
escursioni - da vedere

Vena del gesso

Borgo Tossignano

L
unga una quindicina di km e larga, al massimo, un paio, la Vena del Gesso è la più grande catena di gesso selenitico d'Europa, anche se supera di poco i 500 m d'altezza.
È molto netta nel paesaggio delle vallate comprese tra il Lamone e il Sillaro e costituisce senz'altro la perla naturalistica della zona.

Oltre cinque milioni di anni fa, a seguito di movimenti tellurici, lo stretto di Gibilterra si chiuse, e l'acqua del Mediterraneo evaporò, depositando sul fondo strati di gesso, marne e sali, sottoforma di grosse stratificazioni.

Borgo Tossignano
Queste vennero poi spinte in superficie, inclinandosi verso la pianura.
Questo fenomeno èparticolarmente visibile nella zona di Borgo Tossignano, luogo dove la vena è emersa a livelli più superficiali, formando una catena lunga quasi 15 Km ed alta circa in alcuni punti fini a 500 metri.

Questa stratificazione, ben visibile in vari punti della vallata, presenta grossi banconi di gesso cristallino alternati a più sottili strati di marne grigiastre.

Il gesso è solubile nell'acqua e, col passare dei millenni, Borgo Tossignano
le precipitazioni ed i torrenti hanno scavato dentro la Vena del Gesso un insieme di grotte, gallerie e pozzi carsici. Nel territorio di Borgo Tossignano si trova il complesso sotterraneo di Ca' Siepe, in corso di esplorazione, dello sviluppo di oltre tre chilometri, uno dei più importanti della Regione.

A Tossignano, nel palazzo Baronale, è stato allestito un centro visita della vena del Gesso, vera perla naturale di questa zona.

 

Parco fluviale e del gesso

Borgo Tossignano

Aree attrezzate, passeggiata lungo l'argine del Senio, vena del gesso.
Lungo itenerario naturalistico ai margini del fiume Santerno percorribile a piedi o in bicicletta dalla strada di Codrignano fino al ponte di Rineggio

Borgo Tossignano
Chiesa romanica e
convento di Riviera
Posizione N 44° 17' 13" E 11° 36' 25"
edificata nel XIV secolo per volontà di Beato Giovanni Tavelli da Tossignano, fu un santuario molto noto.
Secondo una leggenda il beato passò a piedi il fiume in piena per recarvisi a pregare.

Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2019
Torna su