Home
Coriano

Coriano - cenni storici

Di origini antichissime, probabilmente abitato dagli Umbri, Etruschi e Romani.
La sua storia si confonde in epoca medioevale con quella del castello del quale ancora oggi sono visibili la cinta muraria e la porta di accesso.
Documentato dal XIV secolo e di proprietà della curia di Ravenna fu ceduto ai Malatesta che nel corso del 1400 lo ampliarono e fortificarono aggiungendo fra l'altro una nuova cionta muraria, torri e spalti.
Dopo un breve periodo di dominazione da parte dei veneziani, e una quasi totale distruzione ad opera degli eserciti spagnoli e papalini, nel 1509 risulta in possesso dello Stato della Chiesa, che lo dona nel 1528 alla famiglia dei Sassatelli che lo detengono fino al 1580.
Perse le sue funzioni difensive inizia un costante degrado, ulteriormente aggravato dai danni riportati durante la seconda guerra mondiale quando nel 1944 a Coriano si combattè una cruenta battaglia di sfondamento della linea Gotica.
Attualmente di proprietà comunale, è oggetto di un lodevole piano di recupero e restauro.
Miscellanea storica

Corografia d'Italia Gran Dizionario vol. I - Massimo Fabi ed. Francesco Pagnoni Milano 1852

Pagina 630

CORIANO. Villaggio negli Stati Pontificj, distretto di Rimini e legazione di Forlì che fa 2400 abitanti, unito a varie frazioni.

È situato presso la strada che da Urbino conduce a Rimini, alla destra dell'Amarano e a poche miglia dalla sponda del mare Adriatico. Era per lo passato un forte castello, e il suo territorio abbonda soprattutto in cereali. Dista 7 miglia al sud da Rimini.


Corografia d'Italia Vol I - A-E - Giovanni B. Rampoldi ed. Per Antonio Fontana Milano 1832

Pagina 781

CORIANO, ameno castello degli Stati di Roma, nella provincia di Romagna, quasi in riva all'Amarano o Macalto, sulla via che da Urbino conduce a Rimini , da cui dipende, ed è distante 8 miglia verso scirocco, in sito abbondante di cereali. Vi si contano quasi 1,500 abitanti. Vi si tiene fiera nel secondo lunedì di ciascun  mese.


Dizionario Corografico dell'Italia - Vol. 3 da CL a F - Prof. Amato Amati ed. Vallardi - Milano 1869

Pagina 172

CORIANO. — Comune nell'Emilia, prov. di Forlì, circond. di Rimini, mand. di Coriano.....
La sua popolazione, secondo l'ultimo censimento (1862), contava abitanti 4794 .......Il suo territorio giace parte in pianura e parte in collina. I suoi prodotti principali consistono in frumento, grano turco, fava, fieno, vino e patate.

Il capoluogo è un grosso villaggio..... Giace in amena situazione e in luogo d'aria saluberrima ed è formato da fabbricati in genere di mediocre aspetto....
Agli abitanti di questa terra la foce del fiume Conca, accessibile in certi tempi alle barche pescherecce, fornisce un mezzo d'industria.......
Anticamente questo villaggio consisteva in un castello di cui veggonsi tuttora le vecchie mura, ma in istato di ruina e di abbandono.


Dizionario topografico dei comuni d'Italia - Attilio Zuccagni Orlandini ed. soc. editrice Firenze 1861

Pagina 462

Coriano (Emilia). Prov. di For-lì; circond. di Rimini ; mand. di Coriano. Il distretto di Coriano estendesi in gran parte tra il Marano ed il Conca; lo circoscrive in tutto il lato occidentale la Repubblica di S. Marino. Popol 4465.


Dizionario univ.le topografico storico fisico-chimico terapeutico - Antonio Perone ed. Tipografia di Napoli 1870

Pagina 385

— CORIANO - comune mandamentale di 4465 abitanti, nel circon dario di Rimini, provincia di Forlì, da cui Coriano dista 13 chilometri. Nel tenimento di Coriano trovansi due sorgenti di Acque minerali fresche.

a) Una, in contrada S. Savino, è salso iodica; e dicesi essere analoga a quella di Castrocaro.

6) L'altra, che si annuncia Marziale amara di S. Savino, è ferruginosi. Stimasi indicata per la ostruzione del fegato; negl'infarcimenti ghiandolari: e utile alle persone di abito cachetico.

Musei

Museo Elisabettiano - Via Malatesta 4
aperto tuttol'anno - dedicato  alla      Beata    Elisabetta     Renzi, qui   sepolta,   fondatrice  dell'Istituto   Maestre   Pie  nell'attiguo Monastero.

Antiquarium Malatestiano - nella foresteria del castello -
orari - lunedì 09.00-12.30 venerdì 15.30-19.30  sabato 09.-12.30 15.30-19.30 domenica 15.30-19.30

Oggetti e frammenti,   ritrovati durante gli scavi  effettuati intorno al castello.

Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2019
Torna su