Home
Montescudo

Montescudo - cenni storici

Il nome più antico di Montescudo è Rio Alto forse perché ai suoi piedi scorrono il Conca ed il Marano; in seguito diventò Mons Scutulus, Montescudolo, Montescutello ed infine Montescudo.


Incerte le origini della località.
Reperti archeologici indicano la presenza di Umbri, Etruschi e Romani.
Ai tempi dell'Imperatore Cesare Augusto la località era stazione di cambio dei cavalli e veniva chiamata Rio Alto.
Nel 1209 la cittadina era dominata da Ottone I, successivamente passò alla Repubblica Veneziana e poi alternativamente ai Malatesta ed ai duchi d'Urbino.
Nel 1509 il territorio venne consegnato al controllo della Santa Sede, sotto la quale restò, salvo il breve periodo di dominazione Francese, fino all'Unità d'Italia.

Miscellanea storica

Corografia d'Italia Gran Dizionario vol. II - Massimo Fabi ed. Francesco Pagnoni Milano 1854

Pagina 541

MONTE SCUDOLO. Borgo negli Stati Pontificj, distretto di Rimini, legazione di Forlì; conta 2000 abitanti.
Fu edificato sulla sinistra del. fiume Conca, in terreno che dà viti, gelsi e canape, alla distanza di 10 miglia circa da Rimini.


Corografia d'Italia Vol II - F-O - Giovanni B. Rampoldi ed. Per Antonio Fontana Milano 1833

Pagina 823

MONTESCUDOLO, borgo degli Stati di Roma, prov. d'Emilia, nel territorio di Rimini, legazione di Forlì, poco distante dalla sinistra riva del Conca. Compresi varii casolari dei suoi dintorni vi si annoverano quasi 3,800 abitanti. ......, Sta in sito in cui abbondano le viti, i gelsi e le canape,....


Dizionario Corografico dell'Italia - Vol. 5 da MC a PE - Prof. Amato Amati ed. Vallardi - Milano 1869

Pagina 389

MONTESCUDO già MONTESCUDOLO. — Comune nell'Emilia, prov. di Forlì, circond. di Rimini, mand. di Coriano.....
Ha una superficie di 1811 ettari. La sua popolazione di fatto, secondo il censimento del 1861, contava abitanti 2728.......

 

Il suo territorio giace in monte ed è abbastanza fertile, specialmente in cereali di varie sorta, legumi, patate e castagne.

Il capoluogo è un piccolo borgo che trovasi in bella e ridente posizione, alla sinistra riva del fiume Conca, lontano 19 chilometri a scirocco da Rimini.  Ha  internamente vie regolari e decenti fabbricati, e conserva ancora le vecchie mura del castello,  a cui è unita una torre. Possiede due scuole elementari, una pei maschi e l'altra per le femmine, e vari istituti di  beneficenza, fra i quali si distinguono l'ospedale per gli infermi ed il ricovero dei poveri. Vi esiste una tintoria di fili e tessuti e in vicinanza dell'abitato trovasi sul fiume Conca un molino con due macine. .....

 

Musei

Museo Etnografico di Valliano
Istituito nel 2003 è ubicato nella ex canonica che sorge accanto all’antica chiesa, già parrocchiale, dedicata a Santa Maria del Soccorso.
Suddiviso per sezioni tematiche, è corredato da pannelli esplicativi didascalici.
I temi principali ruotano sulla vita nella casa rurale: riguardano la famiglia, l’alimentazione, la filatura e la tessitura, la macellazione del maiale, la cantina, i giocattoli, e inoltre lavori artigianali come quelli del vasaio e del falegname.
È stato inoltre costruito un ricovero per le grandi macchine
agricole, parzialmente interrato.
• apertura annuale: mercoledì e venerdì 9:00-12:00;
domenica e festivi 15:00-19:00
• ingresso gratuito
Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2019
Torna su