Home
San Leone - Patrono di San Leo
 
Paesi & Paesaggi
Itinerari
Foto Album
Tempo Libero
Info



lucchetto
Borghi Dimenticati
CASTEL D'ALFERO
frazione del Comune di Sarsina
Posizione N 43° 50' 49" E 12° 3' 44"

Pur facendo parte del Comune di Sarsina, il piccolo borgo si trova a soli 1,5 Km da Alfero (comune di Verghereto).
Per raggiungerlo occorre percorrere la superstrada E45 fino all'uscita di San Piero in Bagno.
Da qui raggiungere il paese di Alfero transitando per il passo dell'Incisa.
Giunti ad Alfero seguire la strada che aggira il paese sulla sinistra, e prendere deviazione, sempre a sinistra, con indicazioni Castel d'Alfero - Donicilio.

Castel Alfero
Castel Alfero

Seguire la stretta strada con fondo asfaltato e sconnesso per circa 1,5 chilometri, fino a raggiungere un'abitazione sulla destra, e immediatamente dopo una chiesina recentemente restaurata (santuario della Madonna della neve)
Parcheggiare qui l'auto e percorrere per pochi metri il tratturo che si trova fra la casa e la chiesa.
Siamo così giunti a Castel d'Alfero.

Piccolo borgo medioevale, sottoposto a vincolo monumentale, composto da poche case che ad ala racchiudono un luogo dall'innegabile fascino antico.
I fabbricati, databili dal 1400 al 1500 conservano elementi costruttivi e decorativi tipici dell'arte delle maestranze comacine, i migliori architetti di castelli del loro tempo.
Castel Alfero
Castel Alfero
Già sede intorno all'anno mille di un importante castello sotto l'influenza della potente abbazia del Trivio (Verghereto) , fu poi governata nel 1200 dai conti Guidi di Modigliana, e successivamente dai Fogliano e dai Della Faggiola.
L'imponente cinta muraria, di cui restano poche tracce, fu poi trasformata in borgo rurale.
L'unica porta di accesso al castello fu abbattuta nel 1968.
Castel Alfero
Castel Alfero

Disabitato ed abbandonato da anni al suo destino, versa oggi in stato di avanzato degrado.

Il piccolo nucleo abitato di Castel d'Alfero è giunto a noi conservando il suo aspetto tipicamente medioevale nonostante le avverse vicissitudini dovute al tempo e ..... all'incuria degli uomini.
Per non perdere definitivamente questo importante pezzetto della nostra storia, occorre un pronto ed importante intervento conservativo, altrimenti fra pochi anni anche questa, come tante altre piccole storie, potrà essere raccontata solo dal vento che spazza la piccola valle.
Segnala a un amico busta
© www.appenninoromagnolo.it 2003-2014